Un nuovo marchio nella famiglia WP: Baracuta

[dropcap2]W[/dropcap2]oolrich John Rich & Bros, Woolen Mills, Penn-Rich, Avon Celli, B.D. Baggies, Barbour, Blundstone e ora anche Baracuta: per i suoi 30 anni WP Lavori in Corso ha deciso – diventandone licenziatario mondiale – di regalarsi lo storico marchio inglese legato alle iconiche giacche G9 e G4, indossate non solo da celebrities quali James Dean, Frank Sinatra, e Steve McQueen, o da gruppi come Clash, Style Council, Blur, Liam Gallagher, Damon Albarn & Graham Coxon dei Blur, e Pete Doherty, ma anche da diverse subculture giovanili, prime fra tutte i mods.

Baracuta, fondato a Manchester nel 1937, è uno dei marchi storici dell’abbigliamento British grazie al classico bomber Harrington jacket, a tutt’oggi una delle icone più forti nella storia del menswear: il modello originale è il G9 di Baracuta, creato per la prima volta a Manchester dai fratelli Miller nel 1937 e successivamente rifinito nel 1938 con l’utilizzo del Fraser tartan per la fodera interna, il cui pattern originale è usato ancora oggi.

Il G9 è comunemente chiamato Harrington perché indossato dall’omonimo personaggio nella serie TV degli anni ’60 Peyton Place, ma è fortemente legato all’iconografia di quel periodo per via di alcuni testimonial eccezionali. E’, infatti, compagno indissolubile di Elvis Presley in King Creole, Frank Sinatra in U112 assalto al Queen Mary e, soprattutto, di Steve McQueen ne Il caso Thomas Crown.

I 24 prodotti frutto della nuova collaborazione vedranno la luce per la Primavera/Estate 2013 e saranno presentati il prossimo giugno in occasione di Pitti Uomo.

La collezione si divide in due label principali: la Core Collection (Ivory Label) e la Designer Collection (Blue Label). La Core Collection vede un restyling delle icone attento alla qualità dei materiali, con l’uso del cotton colmax per il lining in fraser tartan e del primaloft per la famiglia del quilted, all’inserimento di nuove famiglie di prodotto e di nuovi colori. La Blue Label è una capsule collection realizzata dal designer giapponese Kenichi Kusano, ex direttore creativo dell’istituzione giapponese Beams Plus.

WP Lavori in corso è molto orgogliosa di essersi aggiudicata Baracuta perché va a completare il ventaglio di brand in portafoglio, mantenendo lo stile e la ricercatezza che dalla fondazione, 30 anni fa, caratterizzano i prodotti distribuiti da WP stessa.

Andrea Cane’ su Inventory Magazine

[dropcap2]I[/dropcap2]nventory & WP: la testata editoriale Inventory Magazine, la rivista canadese che sta diventando paradigma tra le pubblicazioni di nicchia e dedicate a tutto ciò che è passione e buon gusto,  ampio spazio e approfondimento alla realtà di WP.
Nell’ultimo numero si parla di Andrea Canè, il nostro direttore creativo, tanto da dedicargli la copertina. L’intervista esplora non solo la sua personalità ma anche tutto l’universo di valori lungo i quali WP è cresciuta e si è sviluppata negli anni. Assolutamente da leggere.

Scarica il pdf dell’articolo.

Barbourata 2012


[dropcap2]C[/dropcap2]he cos’è la Barbourata?
come recita l’invito è una aggregazione enduristica “con brividino cronometrico e tanto stile”, una sorta di gara-non gara (cioè divertimento senza stress), che il direttore della rivista Riders, Roberto Ungaro, ha organizzato sulle bellissime colline di Salice Terme per gli amanti del tassello epocale.
Una giornata particolare per una famiglia allargata che ama il cronometro, lo stile e la buona tavola.
Solo BARBOUR può aggregare tramite una vera passione il meglio delle moto d’epoca in Italia; 2 prove speciali in percorso chiuso con tanto di cronometristi più una motocavalcata di 45 km di pura passione, 61 moto da collezione con alcuni pezzi unici, il meglio del meglio.
Presenti campioni come Arnaldo Farioli, campione italiano e colui che ha salvato la KTM dal fallimento (oggi la miglior azienda mondiale nel settore), Claudio Terruzzi campione italiano e già campione Parigi-Dakar, Guido Meda “la voce” del motomondiale, una leggenda per i motociclisti, in piu’ parecchi campioni del settore, tra cui il mitico Giorgio Negri che corre senza un braccio… e che ha vinto con il miglior tempo!

Nei prossimi giorni seguiranno le foto “ufficiali” e i video.

WP Store e Ultracicli alla Design Week: le foto post evento

[dropcap2]S[/dropcap2]ettimana scorsa, durante la Design Week, WP Store Milano ha avuto il piacere di ospitare un aperitivo con gli amici di Ultracicli, biciclette moderne pensate a mano.

La convivialità della serata ha fatto da sfondo all’esposizione dei nuovi modelli della collezione di biciclette e manubri mentre un artigiano Ultracicli montava in vetrina uno dei loro pregevoli manufatti.

 

Ultracicli e WP alla Design Week: le due ruote e lo stile si incontrano

[dropcap2]M[/dropcap2]ilano in aprile si trasforma durante la Design Week. La città si anima di incontri, feste ed eventi.
Anche al WP Store di via Borgogna ci sarà un aperitivo dalle 18.30 alle 21.30 di giovedì 19 aprile per presentare Ultracicli, biciclette moderne pensate a mano, che con WP hanno in comune la passione, il gusto e la cura per i dettagli.
Durante l’evento verranno presentati tre nuovi modelli: condor, sbaffo e parentesi, tutti espressamente realizzati in Brianza dove nascono anche gli U_telai.
Questi manufatti certificano il carattere altamente artigianale e sottolineano uno stile unico, da toccare con mano questo giovedì. Vi aspettiamo!

Woolrich John Rich & Bros alla Milan Fashion Week

[dropcap2]C[/dropcap2]ome sarà l’uomo Woolrich John Rich & Bros la prossima stagione autunno-inverno? E’ venuta a scoprirlo la troupe di FashionTV, che in questa occasione ha incontrato Andrea Canè, direttore creativo di WP.

Il servizio si concentra sull’iconico parka, i suoi nuovi colori e le aperture di Woolrich Store in Svezia, Londra e Corea del Sud.

Ikat, suggestioni dall’India per la nuova collaborazione Woolrich John Rich & Bros


[dropcap2]L[/dropcap2]a serie di nuove collaborazioni di Woolrich John Rich & Bros si arricchisce questa primavera-estate 2012 di un nuovo progetto con Ikat.
Il tessuto Ikat usato in questa collaborazione nasce nel Sud-Est dell’India, in Andhra Pradesh, con un processo tramandato da secoli, con una tintura a mano sulle matasse legate che crea un design particolare quando il materiale viene poi tessuto al telaio.
Una stoffa colorata e viva come il suo popolo, sempre perfettamente irregolare, ma equilibrato, capace di rendere ogni capo unico.
La colonna sonora del video è Chitapata Chinukulu di Pulapaka Susheela, una cantante proprio di quella regione, l’Andhra Pradesh.

Woolrich Store riapre a Forte dei Marmi con il nuovo Concept Store

[dropcap2]N[/dropcap2]ella storica cornice di Forte dei Marmi, situato nella centralissima piazza Marconi, WP riapre il Woolrich Store con il nuovo concept WOOLRICH GOODS, contenitore di tutti i marchi e le linee Woolrich.

Ispirato alla tradizione del marchio nato nel 1830 in Pennsylvania, il nuovo concept infatti propone elementi originali del lanificio, tuttora attivo nel piccolo paese di Woolrich, sia decorativi che culturali, tesi a creare una narrazione che accompagni il fruitore nella nuova esperienza all’interno del negozio. Le lane, gli attrezzi, i componenti della tessitura diventano parte dello scenario espositivo e del racconto.

A breve altre aperture della catena Woolrich Goods a Londra, a Goteborg e a Seul.

 

Banshu e Woolrich John Rich & Bros: dove gli US incontrano il Giappone


[dropcap2]L[/dropcap2]e storie che amiamo cercare hanno dei punti ben precisi: tradizione, qualità, gusto. Con le nuove collaborazioni per la SS12 Woolrich John Rich & Bros celebra le tradizioni aritiginali da diverse aree del globo : dal Giappone arriva una collaborazione speciale con un tessuto eccezionale e ricercato. Banshu, azienda dalle cui manifatture esce il tessuto utilizzato anche per i kimono, l’abito tradizionale giapponese.
Il prodotto che esce da questa collaborazione presenta anche le caratteristiche di funzionalità dei due Paesi: è dove gli Stati Uniti incontrano il Giappone.
Per la colonna sonora di questo video abbiamo usato Lilies of the Valley di Jun Miyake, già apprezzato in Pina di Wim Wenders lo scorso autunno.