Barbourata 2012

(tratto dal WP Mag, a firma di Filippo Bassoli)
[dropcap2]L[/dropcap2]a Barbourata, come recita l’invito, è un’aggregazione enduristica “con brividino cronometrico e tanto stile”. Una sorta di gara-non gara, un divertimento senza stress, che il direttore della rivista Riders, Roberto Ungaro, ha organizzato sulle bellissime colline di Salice Terme per gli amanti del tassello epocale, con un’unica regola imprescindibile: moto d’epoca e abbigliamento in stile, che vuol dire stivali in pelle, pantaloni sobri e giacca cerata Barbour; quella di quest’anno è stata la seconda edizione e il successo ottenuto parla chiaro, diventerà un appuntamento fisso.

Una vera e propria aggregazione di stile per tutti gli appassionati di regolarità, la disciplina molto in voga negli anni ’70 e che dal 1981 si chiama enduro. Il cambio di nome è avvenuto quando la Federazione Motociclistica Internazionale decise di ridurre le tante classi apportando parecchie modifiche al regolamento.
Purtroppo gli anni ’80 portarono anche molta (troppa) plastica che andò a sostituirsi al metallo, colori sgargianti, l’evoluzione tecnica introdusse l’elettronica e anche ”il profumo” degli scarichi cambiò definitivamente, ma gli amanti della regolarità e dello stile sono ancora moltissimi.

Una famiglia, quella degli amanti del tassello, che non ama poltrire sul divano alla domenica, qualunque sia il tempo si svegliano all’alba e caricano le moto sul carrello per raggiungere colline e boschi, scenario del loro divertimento, così come il fango e le fettuccia, che viene usata per delineare un percorso, amici che poi “regolarmente” finiscono in trattoria a commentare la giornata con un bicchiere di vino in mano.

L’articolo continua su WP Mag, in italiano e in inglese, pag. 30. 

Autore: WP Lavori

WP Lavori in Corso, da 30 anni ricerca e passioni

Un pensiero riguardo “Barbourata 2012”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *